Certe cose non cambiano mai.
Altre, per fortuna, sì.

mercoledì 15 giugno 2011

La mia poesia.

L'ho scoperta tramite un film di Clint Eastwood, Invictus.
E' la storia di Nelson Mandela al momento della scarcerazione, dopo una prigionia durata quasi 30 anni, dei sui tentativi di riappacificare la popolazione sudafricana smembrata dall'apartheid.

Il titolo è ripreso dalla poesia Invictus - per l'appunto - di William Henley, un uomo di una sfortuna pazzesca. Si beccò ancora bambino una forma di tubercolosi che gli fece trascorrere una vita d'inferno, portandolo all'amputazione di una gamba e a frequenti periodi di riposo forzato. Questa poesia è stata scritta sul letto di un ospedale.

Nelson Mandela la recitava per trovare coraggio durante la prigionia, quando era rinchiuso in una cella di pochi metri quadrati.

E' diventata il mio mantra, l'ho stampata su un cartoncino che tengo come segnalibro nell'agenda così ho modo di rileggerla spesso, l'ho imparata a memoria per raccontarmela nella mente.


In questi giorni non proprio luminosi mi da coraggio.
Certo non mi serve il coraggio che serviva a Mandela in prigione. Ma come abbiamo già avuto modo di dire, ognuno affronta le sue battaglie e i suoi demoni. E ognuno trova coraggio come riesce.


Ve la regalo.


"Dal profondo della notte che mi avvolge,
nera come un pozzo profondo da polo a polo,
ringrazio qualunque dei esistano
per la mia anima inconquistable.

Nella morsa feroce delle circostanze
non ho sussultato nè urlato.
Sotto i colpi del fato
la mia testa sanguina, ma non si china.

Oltre questo luogo di collera e lacrime
incombe l'Orrore dell'ombra,
eppure la minaccia degli anni
mi trova, e mi troverà, senza paura.

Non importa quanto sia stretta la soglia,
quanto carica di punizioni la vita,
io sono il padrone del mio destino:
io sono il capitano della mia anima."

13 commenti:

Cecilia ha detto...

Noi siamo sempre padroni del nostro destino e capitani della nostra anima... ma troppo spesso ce ne dimentichiamo, vuoi per qualcuno che ci smonta, vuoi perchè lo facciamo noi stessi...
Ma noi siamo anche le stesse persone che "possiamo compiere grandi cose quando gli altri credono in te,immagina cio' che puoi raggiungere quando sei tu a credere in te stessa"...
Ce la farai, tesoro, qualunque sia il motivo, come ce la faremo tutti! ^_^

Owl ha detto...

Che meraviglia Tina, grazie di questo regalo

Seavessi ha detto...

Tina, che bella :-)

la tina ha detto...

ceci... mi sa che finirò per tatuarmele addosso le ultime due righe, ma non in cirillico o in latino, le voglio belle leggibili!! me lo devo ricordare sempre che sono io a comandare il mio destino, sennò mi perdo via.
grazie cara, davvero, per la vicinanza ^__^

owl, seavessi, sono felice che vi piaccia. grazie a voi per essere qui!!

Taglia46 ha detto...

Trovare la consapevolezza di avere "l'anima inconquistabile", credo sia una delle cose più grandi che possa succedere ad un essere umano. Grazie Tina-Tina per la bellissima condivisione.

pinkmommy ha detto...

Tina è bellissima! Grazie...

Nina ha detto...

Tina grazie per avermela riportata alla memoria. Si perchè ho visto il film e ricordo che quando l'ho sentita per la prima volta, il mio cuore ha avuto un sussulto, come quando ascolti delle parole e le riconosci subito come qualcosa che già ti apparteneva, era dentro di te, come una tua verità. Ce l'hai presente no?

E ora rileggendola ho avuto quel brivido di nuovo.
Me la voglio scrivere e portarla con me anche io.

:* pciù

la tina ha detto...

taglia46, sì, è 1 bellissima conquista. un po' come scoprire che il tuo fato sei tu, che puoi essere libero con la mente anche in una gabbia, che hai la possibilità di realizzare... tutto!!! grazie a te.

pink, è una gioia cara :)

nina, sì, anche io l'ho riconosciuta a pelle, un po' come baciare l'uomo dei sogni la prima volta. vabbè, deve ancora accadere, ma SO che sarà così ^__^
a parte qs, tienila vicino, e ogni tanto ritrovala nei momenti bui. è 1 luce bellissima, è come un abbraccio.

Finalmentemamma ha detto...

L'avevo già letta questa poesia, ma non conoscevo la storia che c'era dietro...grazie, adesso la apprezzo ancora di più!!!!

ElizabethB ha detto...

Bellissima. Capisco perchè la porti sempre con te, dà davvero forza.

la tina ha detto...

Fm, a me ha colpito pensare che una cosa così, che trasuda forza, coraggio, energia e convinzioe sia stata scritta da un uomo che ha sofferto tutta la vita, e l'ha fatto sul letto di un ospedale!!! un grandissimo lui.

liz, è la mia ancora, parte della mia energia.

mandorlina ha detto...

grazie, tina; l'avevo sentita nel film, ma vederla nero su bianco (vabbè, più o meno..) me l'ha fatta "sentire" di più..

la tina ha detto...

mandorlina, di nulla... mi fa piacxere che ti piaccia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...