Certe cose non cambiano mai.
Altre, per fortuna, sì.

giovedì 16 giugno 2011

E' partito dalla crema.

La Tina sta facendo shopping di minchiatelle cose utilissime.
Nota un sapone senza sapone, anzi gel, cioè lozione scrub per pulire la pelle, insomma un flaconcino perlaceo e luccicoso di roba profumata per la faccia e, come le gazze, è attratta e lo compra.

Ma le serve, eh.
Mica lo compra per niente.

Tornata a casa, corre a lavarsi la faccia col suddetto sapone e si compiace con se stessa per l'acquisto.
Se l'era già lavata ma che fai, non lo provi subito? Quando mai.
Uh come mi serviva. Uh come non ne potevo fare a meno. 

 A questo punto scopre che, surprise surprise, aveva già a casa il fluido magico. E lo scrub. E lo struccante. E la fangazza color palude da stendere in faccia per avere quell'aspetto casalinga-anni-'50 coi capelli tenuti su col fascione e le zone pulite intorno a occhi e bocca.
Lasciando poi perdere il fatto che ultimamente vada in giro struccata, con l'aria da sì-il-letto-è-il-mio-migliore-amico.



E qui scatta la riflessione.
Al di là del consumismo - quante cose compriamo che abbiamo già?
Quante ne iniziamo per poi prenderne altre? La Tina pensa alle creme per le mani e ai burrocacao, le sue droghe personali. Potrebbe usarli come intrepidi soldatini nei giochi di ruolo, a cercare bene ne avrà a saccocciate.

Senza focalizzarci troppo sui prodotti per il corpo, magari prendiamo qualcosa che non ci serve davvero ma ci piace più di quello che abbiamo già. O è un po' diverso, ha una sfumatura più bella, è più funzionale.

E di quello che vorremmo fare, e non comprare?
La prima che viene in mente è l'abbonamento in palestra, che è tanto caro ma fa tanto bene e ci vogliamo vedere in forma, no? E dopo aver deciso fra il kick boxing e il tai chi chuan, e quali muscoli rassodare senza diventare un terzino o un lottatore di peso, alla quarta lezione ti si accavallano gli impegni e dalla quinta in poi ti scordi quasi di andare.


Siamo pieni di cose, sia materiali che mentali. Ci perdiamo come un'anatra ad un incrocio stradale e non sappiamo bene cosa sia importante e cosa meno.


Allora la Tina adesso si scrive sull'agendina quello che deve, anzi che vuole fare. Le cose importanti. Vediamo poi se si riesce anche a realizzarne qualcuna.


...Che poi uno dice che comprare le creme per il viso non fa bene, guarda che popò di propositi fa partorire. Sarà la pelle più pulita...

18 commenti:

sfollicolatamente ha detto...

Ma certo che comprare le creme fa bene, fa benissimo!!
Io ne ho uno scatolone intero, che pensavo di smaltire prima di tornare in Italia. Ma compra e ricompra, e' ancora li pieno.
E me lo dovro' riporare in Italia. Tra l'altro, messo scatolone e' pieno di prodotti di cui facevo man bassa nelle mie varie vacanzine in Italia - perche' vuoi mettere il piacere di aprire quel barattolo di scrub alla lavanda, che hai comprato in quel negozietto la, nel borgo natio, quel giorno di cazzeggio con quell'amica la...Ti esce dal barattolo tutto un pezzo di vacanza. E fa bene, molto bene.

Sara' che il downshifting e' edificante, bello, etico tutto quello che vuoi. Ma a me il mio scatolone di robe inutili non lo togliera' mai nessuno ;-)

sfollicolatamente ha detto...

ehmm..mezzo scatolone...(e' il pensiero dello scatolone che mi emoziona troppo. Ora vado a guardrmelo un po' ;-))

ElizabethB ha detto...

Anch'io stamattina riflettevo su quante cose abbiamo, facciamo, compriamo...cose a volte completamente superflue.
I miei voli pindarici mi hanno portata a capire che ora, in questa fase della vita, vorrei abitare in un paesino della Cornovaglia, uno di quelli che ho visitato quest'estate, in una piccola casa, magari di quelle col tetto di paglia. Vorrei avere un cane e gatti in abbondanza, un bel giardino fiorito e una piccola attività mia da gestire quando non sto col la ballerina. E basta. Poca gente intorno, poche esigenze...
Sono in fase "vita semplice", sarà proprio per l'arrivo della bambina, ma un mucchio di cose ora mi appaiono superflue.
Un bacio e grazie per gli spunti di riflessione che ci regali!

pinkmommy ha detto...

Io faccio la stessa cosa con le creme per viso e con le scarpe...
Bello questo tuo post...perché alla fine è vero, a pensare seriamente a tutto quello che abbiamo o che vorremmo fare o comprare...beh potremmo anche decidere di riempirci la vita in altri modi!
Un bacione! (ma lo sai che anche gnomo è dipendente dal burro cacao????)

sfollicolatamente ha detto...

Scusate se mi intrometto, ma...e' vero, Liz, mi ero dimenticata che eri patita dei gatti, e che finalmente te li puoi spupazzare tutti, anche quello randagio amico tuo!! :-))

Corie ha detto...

sì, è vero, concordo: ho creme per il corpo di tutte le profumazioni, così come creme per il sederino di Bimbo di tutte le specie!!!

ma da qualche tempo, causa riflessioni speculative tipo le tue e causa tempi di magara, non compro se non ho prima finito quello che ho. E' molto complicato, ma mi impegno.

Madamadorè ha detto...

può una donna fare ameno della crema per viso? e di quella per le mani? e di quella per il corpo? e di quella per i piedi?

no credo proprio di no, la sensazione di essere tutte idratate e profumate non ha prezzo.

la tina ha detto...

sfolli dear. io da quando mi sono ritrasferita ho dovuto fare i cestini di prodotti sparsi per la stanza. ho l'angolo smalti, l'angolo creme sole, l'angolo creme corpo, l'angolo roba varia ecc. è tutto 1 angolo qui!!!
ecco, capisco la sindrome acquista e stocka, solo che dopo 1 po' divento scema perchp mi scordo pure che c'ho e me lo ripiglio, ahimè.

liz, un po' di semplicità aiuterebbe molto. un detto dice "letto in disordine, testa in disordine" per dire che se hai caos intorno questo si riflette anche nei tuoi pensieri. troppe cose ci distolgono da quello che è importante.
vedi che la ballerina non ha manco iniziato a dire BA e già ti fa riflettere? nanetta in gamba... ;)

pink, studi dell'università di topolinia confermano che dalla dipendenza di burrocacao non si guarisce. sorry. puoi essere felice che non sia femmina, perchè in tal caso avresti avuto la scelta fra quello di barbie, delle winx, di ellokìtti e compagnia bella, mentre non credo i gormiti facciano il burrocacao!!! :D

corie, BRAVA, BRAVA!!! una delle cose che ho deciso è che non compro roba finchè non ho finito quello che ho. sono 1 disoccupata, cosa vado a spendere soldi inutilmente!!! e poi... ho prodotti di ogni profumo, consistenza, colore, non ho scuse! almeno qui....

madamadorè, fossi poi quella che dopo ogni doccia quotidiana si increma come 1 pazza... macchè! le compro ma non ne faccio manco sto grande uso.. basta, adesso mi metto a incremarmi fino alla punta dei ditoni, non ci sono scuse!!

baci belle donne!

Owl ha detto...

Tina qua apri un mondo di riflessioni... e di barattoli di crema che si vanno ad accocolare uno vicino all'altro sulla mensola del bagno.

Io più divento minimale (non mi trucco quasi più) più mi viene voglia di comprare cose sbrilluccicose....

Vai te a capire le forme di compensazione. Per me rimangono un mistero!

P.s. Grazie mille eh!!

Seavessi ha detto...

beh ma le creme profumate gel scrub truccominerale ecc. non le devi contare come inutili; sono terapeutiche e bon, tirano su il morale come poche altre cose.

io quando ho traslocato ho buttato così tanta roba che da allora - ed è passato un anno - ho il rifiuto, compro pochissime cose, e mi godo la casa mezza vuota.

Finalmentemamma ha detto...

sono la reegina delle 1000 creme uguali comprate, aperte e dimenticate e poi ricomprate, quindi mobiletti a gogo di cose utilissime!!!
Però in bocca al lupo per la tua agenda dell cose importanti e spero che ce la farai a depennarne qualcuna!!!!!

la tina ha detto...

owl, per fortuna lì la disoccupazione aiuta. non ho soldi = non compro cazzate!! magari ci voleva questo per smettere con gli acquisti da scema, chi lo sa...

seavessi, la casa mezza vuota è bellissima, e fa bene. io sono sommersa di cose, da quando avevo 2 anni in su. è 1 bordello, e non fa bene. e i trucchi che si ammonticchiano se non li uso mi scazzano, quindi non ne compre +, tiè.

Fm, vedi che si compra - si dimentica - si ricompra e questo fa male a noi e al portafoglio!!
ti farò sapere come vanno i depennamenti, per il momento sono già tutta felice di averli scritti!!

LadeaKalì ha detto...

Quoto Miss Elizabeth Bennet... anche io in questo periodo avrei bisogno di spazi vuoti e di una vita semplice...e di uno di quei paesini della Cornovaglia, tipo St. Yves, borgo di pescatori con qualche emporio e mille pub...lì con le creme per le mani/corpo non credo ci si possa tanto sbizzarrire....

la tina ha detto...

eh kalì, il mio problema lì sarebbero i mille pub. cioè, posso fare da un all'altro fino a perdermi, dandomi alla rossa doppio malto anima e cuore... e fegato, via.
ma il progetto sarebbe molto bello, sì, molto.

lafranciulla ha detto...

già.
io son malata di manuali.
ne compro 3 alla volta e 2 li nascondo nella borsa perchè il pivi ne veda solo uno.

brutta bestia il non rendersi conto di quanti ne buttiamo (di soldi) via senza rendercene conto.

la tina ha detto...

lafranciulla, nascondere la refurtiva poi farà sentire meglio o peggio con la coscienza??? bah...
:) ciao!!

Anonimo ha detto...

io ti dico di buttarti sul trucco minerale e tu mi perculi!!!!!! plplplplplpl


bacio


gi

MissMartinaB ha detto...

io vado fuori di testa in edicola/libreria/cartoleria... dall'altra però sono così "tirchia" che prima di comprare ci penso mille volte e alla fine riesco quasi sempre a resistere.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...