Certe cose non cambiano mai.
Altre, per fortuna, sì.

venerdì 29 aprile 2011

Work in progress.

Quando ci si fissa un obiettivo non si dovrebbe avere solo un punto da raggiungere. La classica X sulla mappa piazzata nel mezzo del nulla. Ovvero, può andar bene se si è sull'isola deserta e si cerca il forziere dei pirati pieno d'oro.

Ma nella vita reale oltre al "voglio raggiungere questo!" potrebbe aiutare un sano "come ci arrivo?"

La Tina è un cantiere umano al momento.

No, non sta lavorando alla - pur necessaria - remise en forme di se stessa. Non posterà fra qualche giorno appunti di un naso più alla francese, labbra a canotto e sopracciglia depliate. Nonnò.

La Tina si concentra su quello che conta. Scrivere.

Quindi stamattina ha deciso di non andare a prendere il cuginetto 3enne per portarlo a spasso, cosa che farà certamente uno dei prossimi giorni - tipo domenica. Si è seduta davanti al pc, ha iniziato a scrivere e si è sentita a casa, in modo diverso dall'essere fisicamente a casa propria.

Ha pensato sorridendo alla nottata trascorsa, alla cena con l'amica che le ha raccontato le proprie evoluzioni e ha ascoltato le sue, all'allegra bevuta e ai discorsi seri, a quant'è alcolico sto cocktail?!? e a ballare con le scarpe in mano musica irlandese in mezzo alla strada alle 2 di notte.

Ha fatto colazione scrivendo e sbriciolando pane e cioccolato sulla scrivania, pensando 'sto pane è un po' troppo asciutto per poi accorgersi che stava masticando anche il foglio di scottex che avvolgeva il tutto, è scoppiata a ridere per l'idiozia galoppante e ha riempito lo schermo di poltiglietta cioccolatosa. Acciderboli - no, non ha esclamato questo.

La Tina si riappropria con calma dei propri pensieri, cercando di eliminare ogni minuto di più la paura di quellochepotevasuccedere e l'ansia da nonmelopossopermettereuncontocosìsalato.
La Tina torna a sorridere.

11 commenti:

Cecilia ha detto...

... e fa sorridere anche noi!
Grande donna che sei! ^_^
A presto

ElizabethB ha detto...

Ok tutto giusto. Però la prossima volta che balli scalza per strada musica irlandese e non mi avvisi mi offendo. Ecco. ;-)

Owl ha detto...

Mooooolto bene! Buon week end :-D

Seavessi ha detto...

Diccelo tu, Liz. Sta scostumata.

la tina ha detto...

ceci, grazie stella ^__^

liz, ma io pensavo anche di tenerle, ma poi una è volata via e l'altra me la son tolta di corsa, che faccio un piede con la zeppa e uno scalzo? :D

owl, il viaggio col carrattrezzi sarà un po' il fulcro del weekend, speriamo almeno l'autista sia simpatico.... ;)

la tina ha detto...

seavessi, ma allora ci sei!!! allora gradirei sapere se posso chiamarvi semiciucca e ridanciana alla 2 di notte per chiedervi se vi unite alle danze di strada. ecco :p

pinkmommy ha detto...

ben venga una tina semiciucca e ridanciana che balla scalza per strada...o forse eri sobria? ;)
che bello che torni a sorridere! :)

Nina ha detto...

Mi sono aggiornata sulle ultime disavventure della tua vita. E acquistano un senso nuovo e forte le tue parole di oggi, per me che leggo e di ieri per te che le hai scritte. Se riesci a prendere la vita sempre con questo spirito sono certa che sarà sempre piena di sorprese per te...
Ricordi come ti ho scritto sul mio blog in risposta a un tuo commento? Te lo ripeto qui nel caso ti fosse sfuggito: "a me mi piaci così"!.

Buon lavoro Tina, mi hai messo una cusiosità sul Lui che hai partorito ;))))

MissMartinaB ha detto...

"l'unica cosa che conta nella vita è scrivere"... me lo dico spesso anche io ma poi non ho mai tempo ma soprattutto coraggio abbastanza per passare le mie ore al pc a finire quello che comincio. lo slancio c'è ma poi non ce la faccio quasi mai a mettere il punto fine.
intorno a me non c'è nessuno che ha un sogno come il mio quindi è difficile essere capiti o spronati. la cosa deve nascere da dentro, ma se ci fosse qualcuno che magari sta attraversando il tuo stesso periodo la cosa sarebbe forse più facile.
fino a poco tempo fa mi vergognavo anche ad ammettere di voler scrivere nella vita. anche ora non lo dico spesso, ma ci penso sempre di più. sopratutto da quando ho finito l'università e di cose veramente belle ed emozionanti di cui occuparmi nella vita, al di là degli affetti, me ne sono rimaste ben poche.
forse sono tutti passi avanti verso un maggior coraggio e una maggiore consapevolezza. o forse è solo un sogno in cui mi cullo per non accettare fino in fondo che nella vita il dovere non è quasi mai anche un piacere

la tina ha detto...

pink, ammetto che ero gaiamente ciucca ^__^ ma mi ci voleva una serata così, è stata davvero positiva!! e la musica irlandese si presta benissimo ad essere ballato da semisbronzi :D

nina, grazie cara. la vita in questo momento sta riservando un po' di sorprese, alcune belle, altre un po' meno. ma in tutte può esserci una scintilla di qualcosa di buono, no? e poi i saggi sostengono che siano più le difficoltà a farci crescere delle gioie, quindi.... prendiamola così!

missmartinab, cara, sapessi quanto c'ho messo a trovare il coraggio di dire a me stessa prima, e agli altri poi, voglio scrivere!! voglio che la mia vita sia fatta oltre a ciò che sento, delle parole che scrivo! all'inizio era dura, ora lo dico con meno difficoltà, anche perchè lo sento così forte in me che non potrei farne a meno. cerco solo di convincermi di esserne capace, e a volte questa fiducia manca. ma dipende da me, solo da me farcela. e io VOGLIO farcela.
quando ti va di parlarne io sono qui. davvero :)

sullepunte ha detto...

Aleeè! Rieccoti...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...