Certe cose non cambiano mai.
Altre, per fortuna, sì.

martedì 13 settembre 2011

Come Nigella.

Lei è così.



Morbida, burrosa, sorridente e ammiccante all'ennesima potenza.

Nella vita spentola, spadella e impasta la qualsiasi, confezionando piatti che hanno l'apporto calorico dell'Uruguay intero e potrebbero far schizzare alle stelle il colesterolo di una mummia.

La Tina sogna la vita della Nigella, senza un pensiero che non sia il tipo di cioccolata migliore da sciogliere a bagnomaria per fare i biscotti, sempre truccata e curata, a sorridere davanti alla cinepresa in una cucina piena di lucette di Natale anche a Luglio, intenta a dosare 200 gr di farina marrone di caucciù dell'Indonesia - semplicissima da trovare - e 125 gr di zucchero scuro di Timbuctù che al mondo ce l'hanno solo l'Aga Khan e la Nigella.

A parte ciò, uno scialo.

Poco tempo fa la saggia Sfolli aveva parlato della Nigella, ma all'epoca la Tina non la conosceva neppure. Aveva visto un libro delle sue ricette a casa di Seavessi e aveva storto un po' il naso davanti a quest'essere che con aria da castigatrice di maschi golosi sorrideva dalla copertina.


Poi la Tina l'ha scoperta, e adesso è in fissa con la Nigella, maialosa creatrice di dolci ipercalorici.
Qualiasi sua ricetta inizia con "prendete 125 grammi di burro non salato (precisazione d'obbligo in UK) a temperatura ambiente e mischiatela con..." Tutto è a base di burro, per la Nigella. TUTTO.

Ovviamente, se la Tina mangiasse le sue ricette, sarebbe un botolo di 125 kili tonda come uno scaldabagno e altrettanto ginnica.
Però, a vedere le sue videoricette su Youtube, cinque minuti di puro piacere culinario da spiare dal buco della serratura, la Tina si diverte un sacco.


Ora la Tina è entrata in quella gradevole fase chiamata ciclo. E' un momento che la donna, nel corso della vita, conta innumerevoli volte. Davvero tante. Ma stavolta, complice l'autunno incombente - qui in realtà fa un caldo che si sbotta - o i pensieri strani o le ansie da libro o sa dio cosa, la Tina s'è messa in testa di avere bisogno, proprio, di un'abbondante dose di zuccheri cacaosi.
Tantissimi.
Sono le sue ovaie che li vogliono, scusate, e lei chi è per diro di no a loro??


Così la Tina si appresta a trascrivere, Nigella-style, la sua ricettina del primo-giorno-di-ciclo.

Tono caldo e suadente, ammiccamenti vari, tette in fuori, ciak.

"Recatevi al supermercato e acquistate una confezioni da quanti grammi vi pare di Pandistelle e un barattolo di Nutella - ammiccamenti.

Tornate a casa, salite le scale sospirando, sospirate di più, bravi, aprite la porta e fatevi trasportare dal desiderio incontrollato di immergervi voluttuose nella Nutella - sospiro di godimento, grazie.

Dal frigo tirate fuori una confezione di latte - se fosse la Nigella a parlare sarebbe tripla crema di panna pannosa con vaniglia del Magadascar cotta nel caramello, ma noi ci accontenteremo del latte, via - e versatevene un abbondante bicchiere - sguardi goduriosi.

Prendete un Pandistelle, applicatevi sopra un'abbondante dose di Nutella avendo cura di spalmarla vogliosamente e lasciando il ricciolo finale verso l'alto, inzuppate con mugolii vari nel latte e mangiate.

Potete sentirvi libere di gustarlo così o nella versione sandwich, con due biscotti sovrapposti - ancora più mugolii, forza con 'sti mugolii, dai!

Ripetere quante volte si desidera, o fino a vedere il fondo del barattolo".


Nigella, la Tina ci prova. Sa che deve farne di strada, bimbo, come cantava quello della Chicco, ma intanto lei si sente abbastanza maiala ingolfandosi di calorici biscotti con la Nutella.
Burp.

15 commenti:

Cecilia ha detto...

Mi strapiace!!! ^_^

Peccato che a me queste idee vengano 28/30/31 giorni al mese (a seconda della durata dello stesso), e non solo i 5 giorni di cui sopra... è grave? :-D

Baci
C.

la tina ha detto...

ahaha, ceci, ma quale grave!!! va benissimo... a parte che oggi vado a fare l'analisi delle intolleranze alimentari e temo mi dirà che non devo mangiare pandistelle e nutella!!!

O__O

Seavessi ha detto...

ma oggi andiamo a vedere le intolleranze? Io mi porterei dietro il libro della Nigella.

Davvero, quando vieni qui facciamo qualcosa tipo la torta al doppio cioccolato e tripla panna farcita di strutto.

la tina ha detto...

uuuuh, sono intollerante allo strutto. e al cioccolato al latte. e al latte, panna e simili.

te lo giuro O___O

tu mi vuoi morta!!!!!!

Anonimo ha detto...

Tagliare due rondelle di melanzana di quelle tonde e chiare, infarinare dopo aver abbondantemente salato per eliminare i liquidi in eccesso. Far riscaldare dell'olio di oliva in una padella antiaderente, friggere un lato delle melanzane fino a raggiungere una discreta doratura su uno dei due lati. A questo punto sarebbe ora di girarle, ma in realtà è necessario compilare una "torre": utilizzare uno dei lati cotti come base per un quadrato di cioccolato fondente (più fondente è meglio è), chiudere con il lato cotto dell'altra fetta di melanzana. Terminare la cottura aggiungendo anche della nutella a piacere come "collante" fra i 3 strati. Almeno così mangi anche della verdura.

Cecilia ha detto...

Nuuuuuuuuu!
Ma ti rimane la cioccolata fondente e la Nutella, che fino a prova contraria è a base di nocciole!!

Quindi, via di biscotti, torte, dolcetti senza latte (ce ne sono un sacco di buonissimi), nutella e cioccolata fondente...

Sempre e comunque Benedetta 1 - resto del mondo 0!
:-D

Baci
C.

la tina ha detto...

anonimo, grazie per la ricetta. senza glassa di zucchero però mi convince poco, sai?? e se ci piazzassimo su del caramello? ;)

ceci, non dirmelo. quando mi ha detto cioccolato solo fondente ho pensato, ok, però.... cioè, la nutella quindi dove la mettiamo? e quella torva, zitta? e io, no cioè la nutella tipo... NO? e lei, brava, hai capito, pirla dell'anno. la nutella NO.
orcocane!!!!

sfollicolatamente ha detto...

hahahhaahha Tina che ridere non ce la posso fare hahahah non sono neanche riuscita a finire il post che mi sta venendo gia' una crisi isterica!! Spetta spetta, ora respiroooo...e continuo....

sfollicolatamente ha detto...

Cacchio Tina, ma sei pure S&M, con sta cosa delle intolleranze. Dai dai facciamoci del male, ancoraaaaa hahahah

Cecilia ha detto...

Va beh, allora niente nutella...
Ma cioccolata fondente a mille! E biscottini e torte senza latte, potrei trovartene fuori una valanga...
Mai disperare!
^_^
C.

mammadifretta ha detto...

dieta. sooonooo a dietaaaaaaaaaaaaa

la tina ha detto...

donne. il mio amico zucchero, nelle sue variegate forme soprattutto cioccolatose, mi sta urlando di prenderlo. ma io resisto, a 24 ore dall'inizio... resisto.

che eroe!!!

ps: ceci, senza latte ok... ma pure senza uova??? siggggh!!!

Madamadorè ha detto...

vogliamo il video su Youtube ....se vuoi ti chiamiamo Tinella! :-))))

LadeaKalì ha detto...

Mi è venuto il diabete solo a leggerti....sei veramente pericolosa...

la tina ha detto...

madamadorè, tinella è uno dei miei nick preferiti ;)

kalì, ecco a me oggi, dopo 2 giorni senza cioccolato, zucchero ecc altro che diabete c'ho, ci sono i draghi in camera che mi frustano per la voglia di porcherie!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...