Certe cose non cambiano mai.
Altre, per fortuna, sì.

venerdì 8 luglio 2011

Metti caso.

Nel corso della vita si incontra di tutto un po'.
Parlando di uomini il range varia dal tipo "mi zerbino per te, solo per vedere la luce dei tuoi occhi" al "hei tu donna, vieni qui e portami una birra, sennò che senso c'ha che t'avvicini".
Per capirci, non mi prendete alla lettera.

Però un po' è così.
Non tutti gli uomini incontrati ti amano. O ci tengono a te. O se ne sbattono come se tu fossi intercambiabile. O ti terrebbero la mano oltre a fare con te un sacco di altre carinissime cose. O ti usano come riempitivo.
Io ne ho incontrati di tutti i tipi. Mica voglio millantare millemila avventure, mi è semplicemente capitato di conoscere tante persone diverse.

Col tempo e l'esperienza impari a schivare quelli più malmostosi/cattivi/depressi/arroganti/problematici come se fossero bombe a mano senza sicura, e tenti, dico tenti eh, di avvicinare quelli più interessanti/simpatici/ricchi di cultura/ironici/sdrammatizzatori di professione.

Ora, il semplice fatto che io sia single potrebbe far intuire che non sono proprio un asso nella nobile arte del creiamo una relazione.

Io, a scanzare i tipi malconci, sono sempre stata una chiavica.
Hei, c'è un depresso cronico a ore 10, vestito solo di nero e con l'umore di un'ameba in punto di morte, accipicchia.
E' MIO! E' MIO! NON SPINGETE, LO PRENDO IO, GRAZIE!

Hei, laggiù vedo le impronte chiarissime di uno incapace di lasciarsi andare, spaventato da un rapporto serio e desideroso solo di passare il proprio tempo libero in compagnia di qualcuno, brrr.
VIA DALLA SUA SCIA, DEVO RINCORRERLO E CATTURARLO E FARLO MIO, EVVIVA!!

Hei.... C'è un pirla!
HO VINTOOOOOO!

D'altro canto, mi sono mancate le storie lunghe abbastanza da concludersi con "e vissero felici e contenti" e davanti ai tipi che dopo una breve frequentazione se ne uscivano con "mi farebbe piacere tu conoscessi i miei" o "perchè non andiamo a visitare il Kazakistan insieme" partivano le sudarelle, i tremori e il bisogno impellente di fuga.

Ecco. Ora, ipotizziamo questa situazione. Ti trovi a poter uscire, la stessa sera, con 2 persone diverse.

Uno è attraente, belloccio e consapevole di esserlo, ha sempre avuto un certo ascendente diciamo fisico su di te, si circonda di tizie modello-velina e sembra interessato a portarti in una serata con suoi amici, anche se non si capisce se perchè voglia che tu ci sia, o ascolti un certo tipo di musica, o abbia bisogno di fare numero. Ti dici che quasi certamente ci sarà anche l'ultima modello-velina ma non sei sicura, e d'altro canto... Non si sa cosa possa venir fuori da certe serate, e ti andrebbe di "rischiare" anche se c'è l'eventualità di non volerlo notare mentre si fa la suddetta m-v.

L'altro è chiaramente interessato a te, anche se tu lo sei un po' meno a lui. E' presente, gentile e disponibile, è caruccio e sai che ci passi una serata divertente se ci esci, ridi e bevi birra, ti rilassi ed è come dire, di tutto riposo. Non prevedi grosse scossone emotive durante la serata, non essendo coinvolta da quel punto di vista.

Ora, secondo voi... chi vince?

13 commenti:

Cecilia ha detto...

Il secondo... assolutissimamente!
Se, sempre ipoteticamente, mi immagino Benedetta a fare questa scelta, non ho dubbi...
Il primo vince solo se ha qualche qualità nascosta che tu non hai scritto... per come ti conosco, col primo ti ci vedo a prenderlo in giro e basta, quindi... anca no! :-P
Il secondo è più da Benedetta...

Oh, se poi mi sbaglio, bene lo stesso! ^_^

The Queen Father ha detto...

Ovviamente il primo. Solo perché noi ci facciamo trasportare dalla fisicità al punto da sperare, contro ogni apparenza, che mr numero 1 si riveli come mr numero 2 ma meglio impacchettato. Conosci la teoria della cristallizzazione dei sentimenti di rousseau? Alla fine è inutile frustare un cavallo morto. Mr numero 2 non ci interessa.
E basta. :0) x

P.S.
Hai pronta l'armatura para-cuore?

la tina ha detto...

ceci, il rischio non è solo che sia io a prender in giro.... purtroppo ;) caratterialmente sì, è + vicino in n. 1.

ma.....

queenfather l'espressione meglio impacchettato vale un mondo, lo sai vero?? è esattamente quello il punto.
come armatura para-cuore potrebbe bastare una carriolata di ironia e sarcasmo per smontarlo... chissà, vedremo se riesco a raccoglierne abbastanza!
^_^

Seavessi ha detto...

Il secondo, ma solo perché da quel che ho capito... ehm... io son signora e madre di famiglia, come posso dire... con il primo non porteresti comunque a casa la partita per N ragionevoli ragioni, via.

Secondo me il secondo ti interessa poco perché c'hai ragionato talmente tanto che ormai non sai più cosa ne pensi.

Mammazeroventi ha detto...

Il secondo!!Perchè? Perchè? Perchè??
Boh!! Ho ascoltato il mio istinto e il mio ormone pazzo...e poi ho avuto un brivido all'idea di passare una serata in compagnia di modelle-veline con la puzza sotto il naso....vuoi mettere birra e patatine fritte????

Anonimo ha detto...

bella domanda.... io mi son sempre buttata in situazioni "da sangue". la cosa doveva piacermi prima a pelle.

a dirla tutta se il primo ti porta dai suoi amici puo' rivelare sorprese piacevoli.... vacci ma con i piedi di piombo. ma vacci.
forse, si è abbondantemente rotto le scatole di uscire con la figona di turno che passa il suo tempo in bagno per rifarsi il make up, che non beve birra e mangia patatine perchè è a dieta e perchè non sorride mai.... chi lo sa?

un abbraccio


gi

la tina ha detto...

seavessi, forse sì, ci ho rimuginato troppo su. ma ho rimuginato perchè non era scattato qualcosa o non è scattato quel qualcosa perchè ho rimuginato troppo?? e se fosse scattato avrei avuto bisogno di rimuginare? eh gioia, qui si va sul complesso..

mamma0a20, vero che passare del tempo con le veline è da chiodi, ma diciamocelo, la serata birra e patatine se pò fà sempre.... ;)

gì, ecco, grazie del parere. ma dal tuo commento mi sembra di intuire che tu non creda io sia una gnocca, no scusa, ma da che l'hai capito???? hai una webcam in camera mia???' :D

Anonimo ha detto...

se critichi le veline, significa che non fai parte del gruppo di striscia. e poi... sorella... la serata birra (scura mi raccomando) e patatine non ha prezzo eddai....
se devi fare la cavolata falla grossa....


gi

Anonimo ha detto...

Secondo me tra i due vince una bella serata a casa davanti la tv a sgranocchiare patatine fritte ;-))))

pinkmommy ha detto...

Prima di incontrare MrBig e lasciare andare le cose da sole, io ero Tina, dove c'era una situazione problematica incasinata spaccacuore c'ero io. Quindi, vince il primo mi sa...

LadeaKalì ha detto...

Direi (purtroppo) il primo. Alla fine quegli "scossoni emotivi" ci piacciono troppo...

mandorlina ha detto...

in realtà c'è anche la terza possibilità: portare il secondo alla serata con il primo, ottenendo che il secondo veda quanto sbaviamo per il primo, il primo pensi che siamo interessate al secondo, e mandiamo a gambe all'aria entrambe le situazioni!! io sarei stata capace :-D e tu invece alla fine quale delle due serate hai scelto? e com'è andata?

la tina ha detto...

ihihihi....

uhuhuhuhhuh.....

BUAHAHAHAHAHAHAH!!!!!

;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...