Certe cose non cambiano mai.
Altre, per fortuna, sì.

lunedì 11 luglio 2011

La notte è un girarrosto..

Ieri sera la Tina è andata ad una cena dove ha incontrato gente che non vedeva da millemila anni, ha chiacchierato e riso e mangiato tanti piatti che venivano prontamente riempiti da volenterose signore.

Si è lanciata con un carpiato da medaglia sul buffet dei dolci - la sola parola buffetdeidolci aumenta il girovita di circa 12 cm - e ha bevuto buon vino, non tanto dovendo guidare per strade di campagna.


Ieri sera è tornata a casa sentendosi un po' accaldata dalla mangiata pesantuccia, specie per una cena, e dalla temperatura similtropicale. Ha passato una nottataccia infame, girandosi come un pollo sullo spiedo alla ricerca dell'angolino di letto che avesse ancora lenzuola semifresche, o quanto meno non appiccicaticce e stazzonate.


Ma stamattina, svegliandosi poco dopo le 7, la Tina è andata a perdersi per quasi 2 ore di camminata in mezzo alla natura, girando per strade conosciute e prendendo sentierini sassosi a caso che si inerpicavano fra campi di spighe, girasoli e altre erbe non meglio identificate.


Siccome l'unico momento della giornata in cui il caldo non le sbudina il cervello sono le prime ore del mattino, da oggi - mica da domani, neh, da oggi! - queste saranno utilizzate per fare un po' di moto, apprezzare l'aria fresca che va rapidamente scaldandosi e sentire un po' di piacevole venticello dopo la nottata.

Ovviamente, ca va sans dire, al momento le ginocchia sono molli come la pasta da pizza cruda e i polpacci urlano minacciando ammutinamento se si dovesse ripetere l'esperimento. Bisognerà convincerli della necessità di questa cosa.

D'altro canto, come le faceva notare un amico, la Tina ha la fortuna di vivere in una terra che sembra la Contea degli Hobbit nel Signore degli Anelli, ondulata e verde e bella. Non approfittarne sarebbe un peccato!

Però, visto l'orario, si potrebbe organizzare una sessione di pisolino post-passeggiata.
Che chiavica di donna....

9 commenti:

Cecilia ha detto...

Approvo la sessione di pisolino post-passeggiata... a qualunque ora, anche dopo pranzo (cioè la classica pennichella!).
E non devi sentirti una chiavica... i tuoi muscoli devono rilassarsi e riposarsi, che se no la mattina dopo non riescono a portarti in giro!
Tu non pisoli mica per te o perchè sei stanca... lo fai solo per i tuoi polpacci e le tue ginocchia!!!


... no, eh?
Beh, almeno ci ho provato!
Un bacio Grande Donna!
C.

Anonimo ha detto...

ma non scrivi +?

la tina ha detto...

cecilia, sai che hai ragione??? io non sono 1 chiavica, io sono una brava donna che mette a riposare le sue gambe!! e vabbè, il resto del corpo rotola dietro con molto piacere :D ciao bella, un bacione!

anonimo, sì, scrivo.

sfollicolatamente ha detto...

hihi il cervello sbudinato me la segno, e' troppo bella!!
mmmmh budino......

pinkmommy ha detto...

il pisolino è una necessità vitale, un diritto incontestabile! vuoi mai che le tue ginocchia si arrabbino con te??? e allora marsch! fila a pisolare!

Nina ha detto...

Complimenti donna! Io so la peggio nè! Non solo la mattina me la dormo fino a tardi che di svegliarmi presto non se ne parla, ma poi vado in piscina a cavallo del pranzo. Il viaggio in macchina è un sucidio, è vero, ma poi vuoi mettere la goduria dell'acqua fredda che ti spinge a nuotare e muoverti per scaldarti!!

Oggi stavo pensando che, siccome vivo in una specie di grottino, questo è il periodo dell'anno in cui me la godo di più. Considera che il pomeriggio, dentro casa, io devo comprirmi che in calzoncini e canotta fa freschetto :)))

eh lo so lo so, 40 mq e buia, però vuoi mettere il privilegio estivo del fresco!!

Il pisolino è un M.U.S.T! XD

la tina ha detto...

sfolli, proprio ieri sera sul buffetdeidolci - diamine, 1 kg in +! - c'era del gran budino al cioccolato. e io da oggi sono a dieta, sgruntissimo.

pink, ho pisolato 1 po', col condizionatore acceso... ma che goduria!! ^__^

nina, certi posti sono adatti solo a certe stagioni, e lì vanno goduti!! io oggi pomeriggio pensavo di farmi impiantare le branchie per respirare col caldo umido che c'era, poi per fortuna l'amico condizionatore ha iniziato a fare pffff pffff e buttare fuori aria fresca.... uau!

Emily ha detto...

Ciao Tina.. vengo da altri blog.. Ma la foto che hai pubblicato è della tua zona? sembrano le colline dell'Abruzzo/zona mare.
Sti giorni sò una chiavica anch'io... lasciamo perde!!!

Passa a trovarmi se ti va:
http://chebelloscrivere.blogspot.com/

la tina ha detto...

ciao emily, capito con piacere!!! un abbraccio... la foto l'ho trovata sul web, non so esattamente che zona sia... io sto in umbria ^__^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...